Le imprese interessate da marzo approfittare delle offerte proposte dai Bandi GAL e CCL. I bandi regionali si ripresentano come validi interventi di sostegno in Contributi a fondo perduto, Contributi interessi/canone, Contributi garanzia, per le imprese Artigiane e non solo, che si intende investire in ristrutturazioni, attrezzature, strumentazione al fine di modernizzare i sistemi produttivi.

I beneficiari dovrebbero essere:

  • Le imprese del Marchio “Artigiani in Liguria”;
  • Le imprese femminili;
  • Le imprese costituite da under 35 o neocostituite (start up);
  • Le imprese artigiane situate nei Comuni delle aree non costiere dell’entroterra.

Per quanto si attenda a conferma di dettagli il Nuovo Regolamento del Bando, a fronte di un importo minimo d’investimento pari a 10.000 euro fino ad un importo massimo di 500.000 euro, si potrà ottenere un contributo a fondo perduto nella misura del 50% non superiore a 20.000 euro.

Tra i recenti bandi imminenti troviamo i seguenti.

Bando – PR FESR 2021-2027. OS1.3 – Azione 1.3.7. Sostegno agli investimenti in innovazione per l’intermodalità e per le imprese che operano nelle aree integrate logistiche

Permetterà alle imprese interessate (con integrazione del codice di trasporto conto terzi) di accedere a contributi a fondo perduto al 50% degli investimenti compiuti per innovare ed automatizzare il processo logistico (attrezzature, impianti, componenti, sistemi, programmi informatici, software dedicati). La soglia di importo minimo di ciascun intervento è di euro 10.000 se effettuati dal 1° luglio 2023. È possibile presentare domanda dallo scorso 29 gennaio e fino al prossimo 15 febbraio 2024.

Nuovo bando – PR FESR 2021-2027 – OP1 – Azione 1.4.1. Supporto allo sviluppo o all’utilizzo da parte di micro e PMI di competenze per la transizione industriale, la specializzazione intelligente e l’imprenditorialità

Pensato per accrescere le competenze aziendali interne delle imprese attraverso l’introduzione di nuove professionalità, la formazione tecnologica e percorsi di aggiornamento del personale. Il bando ammette agevolazioni per progetti da realizzare e rendicontare entro il 31 ottobre 2024 con un costo non inferiore non inferiore ai 10 mila euro e prevede contributi a fondo perduto anche del 90% sulle spese effettuate e comunque fino ad un massimo di 40 mila euro.

È possibile presentare la domanda solo su Bandi Online di Filse dal 14 febbraio al 15 marzo 2024.

Nuovo bando – PR FESR 2021-2027 – OP2 – Azione 2.6.1 Sostegno alla realizzazione di progetti volti alla conversione dell’attività di impresa da un approccio lineare a uno circolare servizi specialistici

Il bando è pensato per supportare le imprese all’economia circolare, quindi ad uso più razionale delle risorse, delle materie prime e per sostenere azioni di riconversione degli scarti in lavorazione. Il costo ammissibile dei progetti è compreso tra i 5.000 e i 40.000 euro. Sono previsti contributi a fondo perduto fino all’80% dell’investimento effettuato dalle imprese elevabile fino al 90% se localizzate nell’entroterra per interventi avviati a partire dal 1° luglio 2023. È possibile presentare domanda dal 16 febbraio fino al 17 marzo 2024.

Nuovo bando – PR FESR 2021-2027 – OP2 – Azione 2.1.2 – Efficientamento energetico delle imprese

Le imprese dovranno ridurre di almeno il 30% le attuali emissioni inquinanti degli stabilimenti. Sono ammessi ad agevolazione costi non inferiori a 20.000 euro per le micro imprese e di 100.000 euro per le piccole, medie e grandi imprese. Lo strumento finanziario prevede un mix di agevolazioni per un totale dell’88% degli investimenti effettuati, ovvero fondo perduto a copertura del 43% dell’investimento, prestito a tasso dell’1,5% a copertura del 45% e abbattimento dei costi di garanzia (per le grandi imprese 80%).

Sono ammissibili ad agevolazione interventi avviati, purché non conclusi, a partire dal 1° luglio 2023 per le micro, piccole e medie imprese mentre scatta dal 17 gennaio 2024 per le grandi.

È possibile presentare domanda dal 16 al 29 febbraio 2024.

Per maggiori informazioni è possibile contattare l’Ufficio Credito allo 0184/524510 o mandare una mail a credito@confartigianatoimperia.it